NEWSLETTER
Per fare affari sul web
clicca qui é gratis!!

ricerca
+Segnala sito nel nostro motore di ricerca    +Modifica sito
TERRITORIO

Amministrazione

Cultura

Economia

Eventi

Gastronomia

Hotel alloggi appartamenti

Trasporti

Turismo

HOME >> TERRITORIO

Storia, Arte e Cultura della Toscana Toscana: Storia e Cultura
Storia, Arte e Cultura della Toscana
La Regione Toscana si distingue nell'immaginario mondiale per la sua cultura e per l'arte che ogni anno viene ammirata dai suoi turisti. La sua infatti è una storia centenaria in cui si specchiano molti popoli e molte tradizioni differenti.

Link sponsorizzati

Storia: le Origini della Toscana 
Nell'ottavo secolo prima di Cristo appaiono le prime testimonianze della presenza Etrusca in Toscana. Da questo popolo la Regione prese il nome di Etruria, Tuscia per i Romani e successivamente Tuscania e Toscana. Attorno al sesto secolo a.C., gli Etruschi raggiunsero il culmine della loro potenza, con possedimenti che andavano dalla Pianura Padana alla Campania (fabbricarono strade, bonificarono paludi ed edificarono grandi città). Il livello di civiltà raggiunto è testimoniato dai reperti archeologici sparsi in tutto territorio. Nel terzo secolo a.C., gli Etruschi furono sconfitti dalla potenza militare di Roma (tutta la regione decadde economicamente, culturalmente e socialmente). Dopo la caduta dell'Impero Romano la regione passò attraverso le dominazioni ostrogota e bizantina. Dopo la caduta dei Longobardi per opera di Carlo Magno, il ducato divenne contea e successivamente marchesato di Lucca. Attorno al XII secolo inizia il periodo dei Liberi Comuni. Nascono le prime forme di democrazia e le associazioni di arti e mestieri, che fecero della Toscana un buon esempio di autonomia culturale, sociale ed economica.

PER APPROFONDIRE
Storia Toscana
Natura e Storia
Cenni storici

Storia della Toscana: Rinascimento
Nel periodo rinascimentale domina a Firenze la famiglia dei Medici. La Toscana venne governata da questa famiglia fino al 1737, quando la dinastia si estinse con Giangastone. Lucca rimase una repubblica autonoma e Piombino costituì un principato a sè; si sottolinea la particolarità della Contea degli Ottieri ai limiti sud-orientali della provincia di Grosseto che rimase un piccolo stato indipendente fino all’estinzione della famiglia Ottieri (pur rientrando nei confini del Granducato di Toscana).

PER APPROFONDIRE
Arte e Storia
Il Rinascimento
L'arte nel Rinascimento

Arte in Toscana
La Toscana è apprezzata in tutto il mondo per la grandissima ricchezza artistica e culturale che propone ai suoi visitatori. Celebri sono le città di Firenze, Lucca, Pisa e Siena; meno note le città di Arezzo, Carrara, Pistoia e Prato. Non da meno sono i moltissimi centri minori, alcuni dei quali vere e proprie città storiche guardiani di opere d'arte di inestimabile valore come: Cortona in Provincia di Arezzo, Fiesole in Provincia di Firenze, Massa Marittima in Provincia di Grosseto, Piombino in Provincia di Livorno, Castiglione di Garfagnana in Provincia di Lucca, Pontremoli in Provincia di Massa-Carrara, Volterra in Provincia di Pisa e Pescia in Provincia di Pistoia. Numerose in tutta la Regione anche le necropoli etrusche. Nel Medioevo in molti comuni toscani vennero realizzate piazze con cattedrali, basiliche e palazzi pubblici mentre nelle aree rurali vennero innalzati borghi, castelli e fortificazioni varie. Nel periodo altomedievale si diffuse in Toscana lo stile paleocristiano, il cui maggior esempio è sicuramente il Duomo di Chiusi.

PER APPROFONDIRE
Cinema in Toscana
Tesori Musicali
Arte e Cultura

Cultura in Toscana
Numerosi sono le testimonianze artistiche in stile romanico presenti in Toscana. Tra questi i monumenti di Piazza dei Miracoli a Pisa, il Battistero e la Basilica di San Miniato al Monte a Firenze e le abbazie isolate nella campagna come l’Abbazia di Sant'Antimo. In periodo gotico vennero realizzati poi molti edifici, soprattutto religiosi, come la Cattedrale di Siena, il Duomo di Prato e la Cattedrale di Grosseto. Tra i capolavori dell'arte gotica spiccano Palazzo Vecchio, la Cattedrale di Santa Maria del Fiore, la Basilica di Santa Croce e quella di Santa Maria Novella a Firenze. In questo periodo Giotto definisce in Toscana i nuovi canoni della pittura trecentesca, mentre nella scultura Andrea Pisano realizza il pulpito del Duomo di Pisa. Il Rinascimento si sviluppò proprio dalla Toscana, diffondendosi poi nel resto d'Italia e d'Europa. Fu allora che vennero realizzate grandi opere caratterizzate da elementi stilistici innovativi, come la cupola del Brunelleschi, Palazzo Pitti e le basiliche di San Lorenzo e di Santo Spirito a Firenze. La scultura ha le sue opere più rappresentative nella Porta del Paradiso nel David di Michelangelo e nel Perseo di Cellini.

PER APPROFONDIRE
Way Tuscany
Cultura in Toscania
Fondazione Spettacolo

Link sponsorizzati

Copyright © 2008-2015 Vietato riprodurre i contenuti senza autorizzazione. | Chi siamo | Assistenza | Disclaimer | Informazioni sulla privacy | Dati societari art. 42 Legge 88/2009